Sulla Soglia

Sulla Soglia

Sulla Soglia è un ciclo di workshop di co-progettazione e allestimento degli spazi esterni dell’Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva rivolto a studentə universitari e giovanə under 30.

 

Oltre all’acquisizione di competenze tecniche in materia di progettazione e di auto-costruzione, l’esperienza formativa darà la possibilità a studentə di misurarsi in un lavoro di equipe e di diventare parte di un team giovane e multidisciplinare impegnato in percorsi di inclusione e rigenerazione urbana.

 

#1 Attraversare
dal 18 al 20 febbraio

 

Attraverso passeggiate e interviste il workshop indaga la permeabilità tra museo e quartiere e le possibilità di ri-significare spazi sospesi, indecisi, ibridi, incompleti. Il laboratorio operativo si concentra sulla costruzione di una mappa, intesa come strumento utile a decifrare gli stati dell’abbandono e dell’opportunità, a ridefinire accessi, flussi, usi e possibilità della soglia.

 

Durante il workshop i partecipanti realizzeranno diverse installazioni: interventi estemporanei che servono a testare scenari per costruire paesaggi durevoli. I risultati saranno documentati e presentati, attraverso una “messa in scena” dei luoghi con lo scopo di rappresentare la densità di informazioni, percezioni e operazioni svolte nei tre giorni del workshop.

 

con Sergio Sanna / Ground Action
Ground Action realizza progetti e azioni site-specific nell’ambito dell’arte, del paesaggio e dell’architettura.
Si ispira a pratiche collettive e partecipative di modificazione dello spazio. Ha come obiettivo l’esecuzione diretta e concreta di installazioni, interventi performativi e comportamenti virtuosi.

Deadline iscrizioni: 10 febbraio
Per iscriverti compila il modulo qui

 

 

 

#2 Rivegetare
dal 4 al 6 e dall’11 al 13 marzo

 

Il workshop propone un percorso per imparare a leggere il territorio tramite l’interpretazione ambientale, che si concentra su tre gruppi specifici di esseri viventi (chiocciole, uccelli, erbacee annuali) ed è finalizzato alla creazione di una piccola food-forest nelle zone adiacenti l’Ecomuseo del Mare.

Le food forest sono agro-ecosistemi che assecondano l’orografia ed il microclima del luogo, fertilizzano il suolo e aumentano la biodiversità.

All’interno del workshop, per svolgere questo lavoro di riforestazione urbana verranno utilizzati: cultivar locali di fruttiferi della Sicilia occidentale, recuperati da un progetto madonita di salvaguardia della biodiversità, e specie selvatiche autoctone, riprodotte per via agamica dall’associazione Vivai Forestali Italiani, ottenute da popolazioni siciliane in buono stato di conservazione.


con Salvatore Bondì / Saturidinatura
Salvatore Bondì è un naturalista specializzato in biodiversità ed evoluzione. Da dieci anni si occupa di specie in pericolo di estinzione, portando avanti progetti di conservazione sul territorio nazionale, concentrandosi sulla rigenerazione di ecosistemi e sulla riduzione del conflitto tra uomo e natura.

Deadline iscrizioni: 24 febbraio
Per iscriverti compila il modulo qui

 

 

 

#3 Biocostruire
dal 18 al 22 marzo

 

Il workshop permette di apprendere le basi della costruzione in canna mediterranea secondo il metodo CanyaViva. Queste piante possiedono grandi potenzialità strutturali ed artistiche. La loro abbondanza e rinnovabilità e le loro proprietà meccaniche offrono la possibilità di utilizzarle come materiale da costruzione, con una libertà espressiva che permette di dare vita a forme organiche e innovative.

Nella parte teorica del corso sono analizzate le caratteristiche della pianta, presentato il sistema CanyaViva e le sue applicazioni. La parte pratica è dedicata alla raccolta e preparazione del materiale e all’effettiva realizzazione di dispositivi ombreggianti.

Un workshop di autocostruzione basto sull’acquisizione di competenze tecniche specifiche, attraverso un metodo di lavoro collaborativo e comunitario che valorizza le risorse naturali locali.

 

con Canyaviva Italia
CanyaVivaItalia si occupa di biocostruzione artistica partecipata. Nasce nel 2016 come nucleo italiano della rete CanyaViva, che dal 2005 propone esperienze di biocostruzione basate sull’uso sostenibile della canna mediterranea (Arundo donax L.) e del bambù (Bambusoideae).

Deadline iscrizioni: 10 marzo
Per iscriverti compila il modulo qui

 

 

 

#4 Abitare 0-99
dal 26 al 30 aprile
e dal 5 al 8 maggio

 

Il workshop prevede la progettazione, la costruzione e la sperimentazione di dispositivi e arredi per poter abitare gli spazi esterni dell’Ecomuseo Mare Memoria Viva, per ospitare il corpo e le sue pulsioni, per accogliere il singolo e la collettività.

Il cantiere di autocostruzione è pensato come occasione collettiva di esplorazione, disegno e immaginazione, di costruzione e celebrazione, di racconto e condivisione. Si proverà a recuperare l’uso del corpo non solo per misurare ma anche per progettare lo spazio.

Durante il workshop, i partecipanti lavoreranno principalmente con il legno e prenderanno dimestichezza con diversi strumenti e tecniche di lavorazione, assemblaggio e finitura.

 

con Marco Terranova / Senzastudio
Marco Terranova è architetto e costruttore, lavora con legno, colori e materiali naturali. Da dieci anni supporta processi di rigenerazione urbana e community building attraverso lo strumento del cantiere collettivo.

Deadline iscrizioni: 20 aprile
Per iscriverti compila il modulo qui

 

Per maggiori informazioni
Sara 320 91 38 688
comunicazione@marememoriaviva.it

 

==========================================================================

Le attività di Sulla Soglia sono parte del progetto Il Trampolino. Interventi innovativi per tuffarsi nel futuro co-finanziato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale – Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Piano Azione e Coesione – Avviso “Giovani per il Sociale” ed. 2018.

Il progetto realizza azioni integrate che mettono al centro il rapporto con la città secondo il percorso pedagogico sviluppato dall’ecomuseo in questi anni per far crescere nei ragazzi e nelle ragazze la consapevolezza urbana, il senso di appartenenza e cura nei confronti della propria città, del proprio quartiere, la capacità di intuirne e valorizzarne le risorse.